Via Augusto Von Platen 38/40 96100 - Siracusa avisprovsiracusa@virgilio.it Tel:+39.0931463266 - Cell:+39.3393429627

PERCHE’ DONARE

Diventa-donatore

DIVENTA UN DONATORE AVIS

E’ UN DOVERE CIVICO: se chi è ammalato ha il diritto di ricevere Sangue, chi è sano ha il dovere di donarlo. Il Sangue umano è un prodotto naturale non riproducibile artificialmente. E’ un tessuto costituito da una parte liquida (il plasma) e da una parte corpuscolata, rappresentata da globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. Nonostante i progressi tecnologici e scientifici, il Sangue rappresenta ancora oggi una risorsa insostituibile nella terapia di molte malattie. E’ un supporto indispensabile nei pazienti oncologici in chemioterapia o in quelli che hanno subito un trapianto di midollo osseo e in trapiantologia.

E’ UN CONCRETO ATTO DI SOLIDARIETA’, ESALTA IL VALORE DELLA VITA: donare sangue volontariamente e con consapevolezza permette di concretizzare la propria disponibilità verso gli altri, ma anche verso se stessi, poiché così facendo si alimenta un patrimonio collettivo di cui ciascuno può usufruire al momento del bisogno. In Italia attualmente non è stato ancora raggiunto l’obbiettivo dell’autosufficienza nazionale. Per raggiungerla, l’unica strada percorribile è quella di sensibilizzare fortemente i cittadini nei confronti della donazione volontaria e periodica del sangue e dei suoi emocomponenti.

ABBATTE LE BARRIERE DI NAZIONALITA’, DI LINGUA, DI RELIGIONE, DI IDEOLOGIA POLITICA: tutti senza alcuna distinzione possono donare il Sangue, anonimamente, volontariamente, responsabilmente, periodicamente gratuitamente e riceverlo in caso di bisogno.

L’attività di AVIS è finalizzata alla promozione di una donazione del sangue che garantisca la sicurezza del donatore e del ricevente. Per questo motivo ogni aspirante Donatore viene sottoposto a un colloquio e a una accurata visita medica che ne verifichi l’idoneità. AVIS ammette solo Donatori periodici sottoposti a controlli medici costanti. Questo rappresenta oggi la maggior garanzia in termini di sicurezza trasfusionale.