Via Augusto Von Platen 38/40 96100 - Siracusa avisprovsiracusa@virgilio.it Tel:+39.0931463266 - Cell:+39.3393429627

NEWS AVIS

Inizia il viaggio verso il World Blood Donor Day 2020, il testimone dal Ruanda all’Italia

immagine di un momento della cerimonia

Con la cerimonia del passaggio di consegne durante l’evento mondiale a Kigali inizia oggi il viaggio verso la Giornata Mondiale dei Donatori di sangue 2020, che l’Oms ha assegnato all’Italia. 
A raccogliere la bandiera dell’evento nella capitale ruandese c’era il direttore generale del Centro nazionale sangue Giancarlo Liumbruno. 
La nazione vincitrice realizzerà la campagna di comunicazione ufficiale dell’Oms e organizzerà eventi scientifici, celebrativi e di promozione della donazione con la partecipazione di una delegazione dei dirigenti dell’Organizzazione.

Il passaggio di consegne avviene come sempre il 14 giugno, giornata in cui in tutto il mondo si ringraziano le decine di milioni di donatori di sangue che permettono la raccolta di oltre 117 milioni di sacche ogni anno. Il 42% del sangue raccolto, ammonisce però l’Oms, viene dai paesi ad alto reddito, che hanno solo il 16% della popolazione. 
Nei paesi in via di sviluppo peraltro fino al 52% delle trasfusioni avviene nei bambini sotto i 5 anni di età, mentre in quelli ricchi il 75% del sangue va agli over 65. Il tasso di donatori nei paesi ad alto reddito è 32,6 ogni mille abitanti, mentre in quelli a reddito basso solo di 4,4. “Abbiamo pensato allo slogan Safe blood for all per aumentare la consapevolezza sul bisogno di sangue sicuro per riuscire a garantire una copertura sanitaria universale – scrive l’Oms nella pagina dedicata alla giornata -. Il tema incoraggia fortemente le persone in tutto il mondo a donare il sangue e a farlo periodicamente, azioni che sono indispensabili per soddisfare i bisogni di tutti i pazienti che hanno bisogno di una trasfusione”.

Le trasfusioni di sangue e degli emoderivati, ricorda l’Organizzazione, salvano milioni di vite ogni anno. Il sangue e i farmaci plasmaderivati sono componenti essenziali nel trattamento delle donne che hanno emorragie associate alla gravidanza e al parto, dei bambini che soffrono di anemia grave a causa di malaria e malnutrizione, dei pazienti con malattie del sangue e del midollo o con immunodeficienze, per le vittime di traumi, emergenze, disastri e incidenti, così come per i pazienti che devono subire procedure mediche e chirurgiche avanzate.